Fu costruito tra il 1862 e il 1863 da una società belga per congiungere la linea ferroviaria di Civitavecchia alla stazione centrale Termini. La società belga effettuò il lavoro in Inghilterra, poi il ponte fu trasferito in pezzi a Roma, dove fu montato. 
Completamente in metallo, presenta tre luci a travate metalliche ed è lungo circa 131 metri. Il 7 aprile 1944 dieci donne vennero giustiziate dai soldati tedeschi nei pressi del ponte. Le truppe di occupazione avevano sottratto alla popolazione il pane e la farina per destinarli ai soldati e queste donne, nel tentativo di procurare cibo alle loro famiglie, assalirono il Forno Tesei su via del Porto Fluviale. Per rappresaglia furono catturate e uccise.
Back to Top